Lavori in casa, la comunicazione all’Enea obbligatoria da settembre

Lavori in casa, da Settembre obbligatoria la comunicazione all’Enea

Da Settembre parte la comunicazione obbligatoria da inoltrare all’Enea per lavori ordinari di ristrutturazione. Tale adempimento è stato pensato per misurare l’impatto energetico degli interventi edilizi realizzati in casa.

Questa novità introdotta nella legge di Bilancio 2018 (205/2017, articolo 1, comma 3), prevede l’invio obbligatorio, per tutti gli interventi di recupero edilizio, dei dati inerenti la ristrutturazione. Quello che oggi viene fatto analogamente per l’ecobonus.

L’infrastruttura Enea necessaria ad accogliere l’invio della documentazione è quasi pronta. Verranno effettuati tutti i test di funzionamento tra Luglio e Agosto per permettere la piena funzionalità del sistema a inizio Settembre.

L’attivazione del portale Enea permetterà di trasmettere le pratiche a chi doveva adempiere questo passaggio da Gennaio 2018.

Difatti era impossibile inviare le comunicazioni perché mancavano le istruzioni operative.

Enea, spiega che: «per gli interventi già ultimati il termine dei 90 giorni decorrerà dalla data di messa online del sistema».

I dettagli, la modulistica, ecc., saranno pubblicati con l’apertura del sito (rassicura l’Enea) per permettere agli interessati di espletare le pratiche necessarie.