La scelta del controtelaio

Scelta del Controtelaio per una Corretta Posa del Sistema Finestra

La scelta del controtelaio è un passo importante nella progettazione del sistema finestra.

Il sistema finestra identifica non solo il serramento, l’infisso vero e proprio, ma anche il controtelaio con l’eventuale cassonetto.

Oggi, sempre più spesso, si ragiona solo sul serramento, utilizzando per tutto il resto le solite vecchie abitudini. Il controtelaio ne è un esempio, della posa se ne occupa la ditta perché abbiamo sempre fatto così, stesso discorso sulla scelta dei materiali, viene lasciata la scelta a chi esegue i lavori.

Riteniamo che il giusto modo di progettare un sistema finestra debba partire dalla valutazione e scelta del controtelaio.

Il Controtelaio: la giusta scelta.

E’ di fondamentale importanza la scelta del giusto controtelaio, bisogna stare attenti al materiale di cui è composto e la sua conformazione. Un materiale di tipo strutturale con conducibilità termica (W/m2K) più bassa possibile è la scelta più indicata, evitando materiali come acciaio, ferro e alluminio per la loro elevata conducibilità termica.

Un buon materiale di compromesso è rappresentato dal legno e polistirolo grafitato (EPS), ponendo molta attenzione sulla tipologia di legno utilizzato. Ad esempio un multistrato fenolico marino si adatta bene ai lavori edili, garantendo una buona rigidità e un basso valore di conducibilità termica.

I controtelai di ultima generazione sono prodotti interamente in EPS NEOPOR® e multistrato fenolico marino, materiale utilizzato per la produzione di controtelai termici dalla Schipani Avvolgibili.

Scegliere, se possibile, un controtelaio con struttura in sezione a forma di L, utilizzando la parte più corta come battuta dell’infisso e congiungimento con l’isolante, in caso di cappotto esterno, o con la muratura in caso di struttura monolitica.

Porre la giusta attenzione anche al quarto lato inferiore, molto spesso in materiale uguale al resto del controtelaio. Alcuni dei materiali più gettonati sono il PVC, il legno idrofobizzato.

La scelta dei materiali appropriati e dei controtelai con quarto lato inferiore previene le dispersioni termiche riducendo drasticamente ponti termici che, in genere, sono causa di muffa o condensa superficiale.

Di seguito i link ai cataloghi della nostra produzione:

Se vuoi approfondire l’argomento non esitare a contattarci, ti aiuteremo nella scelta del cassonetto più adatto alle tue esigenze.


Contattaci